Menu
Foto del Profilo

Fabrizio UlivieriOffline

  • 6

    Posts

  • 0

    Commenti

  • 3.0K

    Visualizzazioni

  • Un'aporia insanabile

    La felicità nasce dal viver bene. E io vivo bene. Dunque son felice.»«Si vede dalla tua rotondità che sei felice.»Sorrise.Mi parlava almeno quattro cinque volte al giorno. Era praticamente divenuto la mia ossessione. Mi attraeva. E alla fine penso di essermene innamorato.Il mio sguardo era sempre concentrato su di lui quando passava. Il resto era puramente accidentale.«Tu sei l'idea platonic... Altro...

    La felicità nasce dal viver bene. E io vivo bene. Dunque son felice.»

    «Si vede dalla tua rotondità che sei felice.»

    Sorrise.

    Mi parlava almeno quattro cinque volte al giorno. Era praticamente divenuto la mia ossessione. Mi attraeva. E alla fine penso di essermene innamorato.

    Il mio sguardo era sempre concentrato su di lui quando passava. Il resto era puramente accidentale.

    «Tu sei l'idea platonica della tua specie» gli mormoravo ogni volta che mi sorrideva felice passandomi davanti.

    «Ma se Socrate fu persino contestato da Parmenide per ammettere certe idee escatologiche!»

    «Forse perché Parmenide non ti aveva conosciuto» gli replicai....continua a leggere qui

  • Una volta esisteva l'uomo

    Una volta esisteva l’uomo.Una volta.Ma era uomo?Non lo so. Ma oggi se guardo indietro e volgo lo sguardo e l’attenzione a quell’uomo, dubito.Era un uomo esteta. Un uomo dedicato a sedurre se stesso, prima che gli altri. Viveva di piacere. L’uomo interiore è probabilmente nato con Sant’Agostino, ma morto anche poco dopo. Forse ha avuto qualche rigurgito dopo. Ma è certo che Dostoevsky n... Altro...

    Una volta esisteva l’uomo.Una volta.Ma era uomo?Non lo so. Ma oggi se guardo indietro e volgo lo sguardo e l’attenzione a quell’uomo, dubito.Era un uomo esteta. Un uomo dedicato a sedurre se stesso, prima che gli altri. Viveva di piacere. L’uomo interiore è probabilmente nato con Sant’Agostino, ma morto anche poco dopo. Forse ha avuto qualche rigurgito dopo. Ma è certo che Dostoevsky ne è stata l’ultima propaggine...continua a leggere qui...

  • AMORE ŠALTIBARŠČIAI E POMODORI ROSSI: biografia di un amore dall

    "Amore, saltibarsciai e pomodori rossi" parla di Austeja, una ragazza lituana, e della sua storia d'amore, ambientata nella capitale Vilnius dopo l'indipendenza raggiunta nel 1990. Austeja parla italiano e crede di pensare italiano. E' non solo un romanzo incentrato sulla "cronaca in diretta" di un amore, ma anche un vero e proprio saggio sulla natura stessa dell'amore: si ama come la storia e la ... Altro...
    "Amore, saltibarsciai e pomodori rossi" parla di Austeja, una ragazza lituana, e della sua storia d'amore, ambientata nella capitale Vilnius dopo l'indipendenza raggiunta nel 1990. Austeja parla italiano e crede di pensare italiano. E' non solo un romanzo incentrato sulla "cronaca in diretta" di un amore, ma anche un vero e proprio saggio sulla natura stessa dell'amore: si ama come la storia e la tradizione del proprio popolo insegnano ad amare; è la prospettiva che mette a fuoco i singoli individui che i secoli dimenticheranno. Ma l'amore sotto al piano storico è anche indipendenza dalla Storia: è una forza che regola le simmetrie dell'infinitamente piccolo. Il romanzo-saggio analizza, seziona e disseziona e rimette insieme i sentimenti dei protagonisti ad un ritmo vertiginoso che prende e coinvolge il lettore e non lo molla.
  • Why do some people comply and other people don't?

    I have often wondered why some people are able to react to the constant lies of the propaganda inflicted by the oligarchy that would aim at ruling the world and why that kind of people understand the truth by pulling it out from the hiding in which it has been exiled while other people instead passively accept everything that is asked them and supinely comply without ever questioning.We live in a ... Altro...

    I have often wondered why some people are able to react to the constant lies of the propaganda inflicted by the oligarchy that would aim at ruling the world and why that kind of people understand the truth by pulling it out from the hiding in which it has been exiled while other people instead passively accept everything that is asked them and supinely comply without ever questioning.

    We live in a world where two cities intertwine; one is of those who always have their gaze beyond the horizon of the saeculum [about the concept of saeculum in Saint Augustine HERE] in which they live and the other one is of those who instead they don't even look up to the horizon, as Saint Augustin reminds us in that inexhaustible reservoir of similarities between the humanity of the epoch in which he lived and that of the epoch in which we live, the De Civitate Dei.

    Perplexae quippe sunt istae duae ciuitates in hoc saeculo inuicemque permixtae, donec ultima iudicio dirimantur In fact the two cities are not recognizable in this flow of times and are mixed together, until they are separated at the last judgment.

    Those who look up, beyond the horizon of the saeculum, they will be the ones who seek the truth, those instead who never raise their mind beyond the horizon of their necessity need, are not even interested in the truth and declare as enemies the other category of people.

    We are divergent humanity, constitutively, genetically constituted by an intelligent design, which immediately (by birth) distinguishes us, according to laws that do not allow us to be understood.

  • Isole di Felicità (Laimės salos) La rondine Edizioni

    "Isole di felicità" ("Laimės salos" sottotitolo lituano) ha per protagonista una piccola famiglia lituana, che cerca la felicità negli svolgimenti della storia moderna lituana, nell’evolversi della società. La felicità che Rūta, la protagonista femminile del libro, cerca è una felicità pratica, una felicità che si sforza di individuare e raggiungere (di costruirsi) attimo dopo attimo, g... Altro...
    "Isole di felicità" ("Laimės salos" sottotitolo lituano) ha per protagonista una piccola famiglia lituana, che cerca la felicità negli svolgimenti della storia moderna lituana, nell’evolversi della società. La felicità che Rūta, la protagonista femminile del libro, cerca è una felicità pratica, una felicità che si sforza di individuare e raggiungere (di costruirsi) attimo dopo attimo, giorno dopo giorno, mese dopo mese, e la cerca soprattuto nell'amore con Diego, italiano di passaggio da Vilnius. E' una ricerca paragonabile al navigare a vista in un oceano alla ricerca di un’isola che ti protegga per un po’ dalla furia delle onde. Un romanzo, molto delicato, toccante, costruito intorno ad un personaggio semplice ma inquieto, che è Rūta. Un romanzo che ha attinto a stili e generi diversi, per dare forma a un tema che sfugge, si inerpica in visioni e angolature diverse ma sempre contenute e di rara sensibilità.
  • Pregare non è un atto che non riguarda la società materiale…

    Vorrei paragonare la presenza di Dio nella storia, nella vita quotidiana, a una percezione che per lo più viene raccolta a posteriori, alla luce dei fatti analizzati ex post. Solo a posteriori infatti si coglie il senso di una direzione, sconosciuta al momento che veniva imboccata, ex ante, che diviene nota al momento del suo completamento.Nel momento che è realizzata volgendo lo sguardo al pass... Altro...

    Vorrei paragonare la presenza di Dio nella storia, nella vita quotidiana, a una percezione che per lo più viene raccolta a posteriori, alla luce dei fatti analizzati ex post. Solo a posteriori infatti si coglie il senso di una direzione, sconosciuta al momento che veniva imboccata, ex ante, che diviene nota al momento del suo completamento.

    Nel momento che è realizzata volgendo lo sguardo al passato si vede la ratio della direzione presa, volontariamente, involontariamente o forzatamente...e si può con cognizione valutare il rapporto fra il momento del cambio di direzione e il punto di arrivo,

    Un ruolo importante nel decidere lo riveste la preghiera. La preghiera infatti apre la capacità percettiva, la illumina, la rischiara, ti dà un atto decisivo immediato che nasce da un atto di sicurezza di non sbagliare che ti arriva senza ulteriore spiegazione, in sé e per sé.

    Dunque soprattutto nella preghiera si rivela il disegno divino insito nella storia. La preghiera crea un effetto di augmented reality, spirituale che tocca però anche il materiale. Sarebbe un errore considerare il materiale privo dello stesso spirito divino che opera nell'uomo e nella storia.

    La preghiera rivela instantaneamente lo spirito in atto nella materia, i.e. storia.

bilancio punti 64 / Punti
Entusiasta

Emblemi guadagnati

Gruppi

Logo del gruppo Blopolis – Centro città
Blopolis – Centro città
Gruppo Pubblico

Ad Blocker Detected!

Refresh

Aggiungi a Collezione

Nessuna Collezione

Here you'll find all collections you've created before.