in

IL FINE DEL MALLO (Prósōpon)

Celi il tuo volto

dietro ali di farfalla,

la forma ovale,

l’espiro greve,

si colma l’occhio di lumini,

scolora il soffitto in dormiveglia.

Stride di zinco

il taglio della lama,

su piani inclinati

di pomi appuntati

levi il bicchiere dell’annuncio,

e una moneta d’acqua scivola

sulla panchina di bambù.

Un astrologo di paglia

fa bolle di sapone

sopra arazzi di magnolia,

fa stelle di selci

fra grate rosicchiate,

s’annidano armillati sfumi

di turchese

fra matasse di capelli.

Un pulcinella di mare sorvola

la vampa di lampare,

la nascenza di smilze

ombre sulla meridiana.

Thea Matera ©️ 

(Dal libro:” CARTEGGI PERPENDICOLARI ” –   Amazon.it, Copyright 2022©️)

Cosa ne pensi?

22 Blops
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PRISMA

“Il coraggio di essere felice" di Roberta dell'Acqua