in

Samsara

Perla su di un piano circoflesso è la vita ed il sole,

la cui piega cieca a me non si palesa.

Eppure un vento tiepido m’ avvampa verso un fine,

 come vertice di collina dalla chioma assai nebbiosa.

È una sorta di attrazione che mi lega a quella goccia che cade nella pioggia;

e precipitando monda la sua sostanza 

per poi tornare al cielo solto forma di quiescenza.

E per attrazione, 

ricade sopra ai campi 

di terre sconosciute, arse ed imploranti.

Si perpetua Samsara

in cicli interminabili di venti e di fogliami,

 in cedevoli fogli ripiegati in origami,

in fluttuazioni insondabili, esistenziali, 

e in numinose rinascite generazionali.

Rosita Matera, 2021

Cosa ne pensi?

48 Blops
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

LA SORTIE DE L'USINE LUMIÈRE

PER ADDIZIONE