in

A PIEDI NUDI (Autunno)

Non senti anche tu lo spirito del mondo

battere forte sotto le radici dei pioppi addormentati?

O nella nebbia

che si addensa fra le ghiande,

che parla e si dibatte nelle vene delle querce? 

A piedi nudi puoi sentirlo il battito del mondo,

il suo spirito d’attesa nelle fronde e sulla testa

nella  spiga che si piega

per raccoglierne ll sapore

tra i pensieri dei salici 

si scioglie il suo candore. 

Scia bianchiccia da un camino,

vela il cielo il suo respiro.

Sì, io sento il battito del mondo

mentre corro nel vento d’oro d’autunno,

dove girano le nuvole

soffiando sopra l’ orizzonte

e il sole brilla finché non dorme

proprio qui, sulla mia fronte.

ROSITA MATERA

Cosa ne pensi?

51 Blops
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Due parole sul sesso e la pornografia…

Concreto e astratto