in

Scie

Ci avevo messo tutta me stessa, anche se investire ancora ogni cosa di me era l’ultima cosa che volevo. Stavo pensando questo quando, guardando il cielo, ho scorto le scie di due aeromobili, uno decollava, l’altro perdeva quota per atterrare e per un attimo ho avuto paura che potessero collidere davvero da un momento all’altro, invece era soltanto uno dei tanti incontri che, da puntini sulla Terra quali siamo, ci sembrano ravvicinati mentre chissà quanti chilometri vi erano a separarli; Proprio come noi, che siamo diventati cielo e terra senza avere altra scelta. Nella frenesia di ogni mattina, nei giorni, spensierati, di vacanza, è sempre questo il mio primo pensiero, quando l’aria fresca, buona, che quasi ti fa venir voglia di mangiarla, riempie la mia stanza, che si illumina anche quando il mio cielo è nero, lasciandomi un sorriso sul cuscino…

Cosa ne pensi?

2 Blops
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIRA LA TERRA

La decisione difficile