in

TERRA DI MARZO

È tempo di terra 

scarmigliata e ribelle

 rivoltata da lame, da aratri,

 da impronte,

da arsure segrete

emerse dal legno.

E’ tempo

del giovane albero

di resine scarso

ma fiero di flussi carnosi e bianchi.

É tempo di cieli

vaporosi e ridenti,

dai rivoli d’oro

sui fiumi radenti.

É tempo di spegnere

i suoni ei pensieri

per nutrirci di luce tra silenzi più quieti.

Rosita Matera, 2021

(Poesia finalista al PREMIO LETTERARIO  “BACCHERETO” 2021)

Cosa ne pensi?

46 Blops
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

credo

IL CAMMINO DEL GIORNO NELL' ORA CHIARA