in

OGNUNO SOSTIENE IL CIELO

Ognuno sostiene il cielo e non lo sa

tra quegli spazi e quei tempi 

che porta sulla pelle,

nei piccoli desideri affidati alle stelle,

tra i segreti intrecci dei propri affanni,

 in ciò che sedimenta negli strati dei suoi anni.

Ognuno sostiene il cielo

perché ha una colonna scolpita dentro 

che lo tiene in piedi anche controvento.

Ognuno sostiene il cielo e non lo sa 

mentre mastica la pazienza con il pane,

quando capisce che le sue fatiche quotidiane 

non sono mai la risultante di circostanze vane,

ma racchiudeno I’ anima, la scintilla dell’ estro

 in questo viaggio che è soltanto nostro.

Ognuno sostiene il cielo

 ogni volta che nei suoi camminamenti

accende un fiammifero dopo mille fari spenti.

Sì, ognuno sostiene il cielo 

quando cammina solo ancora una volta

ma possiede un frammento di sole che non tramonta,

e raccoglie le parole e le carezze perdute per strada

per donarle a sé stesso o a a chiunque cada.

Ogni uomo sostiene il cielo come un tetto 

quando il dolore preme sopra al petto

ma resiste

per la voglia di cambiare le carte del destino

perché siamo fiori di un prezioso giardino.

Ognuno sostiene il cielo

anche quando la gioia zampilla inaspettata

 spostandati in alto, ad otto metri sulla testa.

Ognune sostiene il cielo e non lo sa

 perchè in tutti c’ è una forza che non migra 

 anche se in essa più non crediamo,

 te ne accorgi quando sei a terra, sconfortato,

e lei ti offre ancora la sua divina mano.

Rosita Matera, 18 maggio 2021

Cosa ne pensi?

46 Blops
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il riscatto delle parole

Per perdersi