in

I semplici

E giocano i semplici a destinare il tempo.

Affamati di terra che non s’annebbi,

educati agli odori della vita,

a conquistare amore.

Dimmi che i ronzii degli sguardi 

possono essere ponti.

Dimmi che ciò che vedremo saranno stelle 

che non cadranno mai.

Dimmi che i sogni 

non saltano mai da soli sulla corda.

Dimmi che saremo fatti di spugna e di libertà.

Dimmi che per salvarci ci basterà una vita soltanto

senza colpi di ritorno.

Dimmi, lontano dai manicomi

la felicità è fatta di pianti liberi?

Cosa ne pensi?

2 Blops
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Assolto sí, ma con… "il" condizionale

PANE NOSTRO