in

Breath

Io avrei giurato che innamorarsi davvero non si può più d’una volta; Devo averlo giurato a me stessa, per averlo creduto così fermamente, tanto tempo fa, perché adesso non so più riconoscerlo, né urlarlo fuori come se fosse quanto di più normale accade nel corso della vita delle persone, e questo perché è nato nel momento sbagliato, ci si sente di nuovo vivi la stessa mattina di sempre, con un piede ben piantato nella realtà e l’altro a saltellare tra le nuvole. Se vieni verso di me e mi guardi con gli occhi curiosi di chi non resiste un attimo di più dalla voglia di scoprire come sono fatta in ogni punto su cui posi lo sguardo; Se fai crescere in me il desiderio impazzito di lasciarmi guidare dal tuo, intermittente e a volte non del tutto sincero; Se mi dai le spalle e io riesco a percepire comunque ogni tuo respiro perché è al tuo che ho legato il mio; Se ogni pomeriggio e ogni sera sei il mio film, sempre diverso, sempre amore, sempre passione, sempre amore, sempre tu; Se avessi scommesso un desiderio sulla ruota di San Lorenzo e avessi vinto te, impossibile per definizione; Se non fosse mai iniziata, dentro di me; Se non avessi iniziato a sentire le sensazioni che ho dentro; Se non volessi dare fiato ai miei sogni su di te; Se non volessi baciarti ogni istante, senza parlare troppo, sennò poi litighiamo a modo nostro e non posso chiederti dopo per la milionesima volta di rimanere per sempre qualunque cosa accada; Se il mio prossimo passo con te non fosse il mio ti amo, impaurito anche questa volta, questa volta sbagliato e insicuro perché ha la cittadinanza per nascita nel cuore di una vita già perfetta, in mezzo a sentimenti longevi che non hanno spazio da concedergli; Se non volessi rivoluzionarti il senso del tempo, convincerti che puoi ancora provare quello che non hai mai provato, che hai il cuore ancora senza graffi perché non l’hai mai lanciato a tutta velocità contro una parete di ghiaccio senza ritorno; Se non ti vedessi in ogni cosa che faccio e non faccio, dove vorrei, dietro i camerini dei negozi per mostrarti come sto in ogni abito da sogno che provo solo perché tu possa guardarmi dentro; Se non fossi così diverso da me, così ragazzo alle prime armi e uomo adulto; Se non fossi così incapace di lasciarti andare; Se non mi dessi così tanto da fare a volerti insegnare ad ogni costo come si fa ad amarmi o a capirmi solo aguzzando le antenne del tuo cuore; Se non mi ostinassi a proteggerti perfino da me; Se la smettessi di amare le tue mani, il modo in cui ti proteggi, e non mi lasci proteggerti, in cui proteggi me. Litigheremmo anche su chi dovrebbe tenere la testa a destra mentre ci baciamo: a noi non va mai bene niente; È bastato che mi sfiorassi il braccio, che mi prendessi per mano per rubarmi il cuore e riempirlo di sentimenti dentro. Amo il tuo modo di essere te stesso; Amo te, e mi lasci senza fiato. Ti amo.

Cosa ne pensi?

1 Blop
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Diventare vecchi 4

CALENDIMAGGIO