Storie recenti

  • Di Tendenza

    ANDROPOLI

    Anno 2111. Un'immensa città-isola governa sugli uomini di una parte d'Italia. Ma che fine hanno fatto le donne? Rivolto agli appassionati del genere, Andropoli proietta alcuni aspetti della nostra Italia - dal buon cibo alla corruzione, dalla passione per il calcio al crimine organizzato - in una dimensione distopica, mostrando, con crudezza e una piccola punta d'ironia, vizi e virtù di un popol... Altro...

    Anno 2111. Un'immensa città-isola governa sugli uomini di una parte d'Italia. Ma che fine hanno fatto le donne? Rivolto agli appassionati del genere, Andropoli proietta alcuni aspetti della nostra Italia - dal buon cibo alla corruzione, dalla passione per il calcio al crimine organizzato - in una dimensione distopica, mostrando, con crudezza e una piccola punta d'ironia, vizi e virtù di un popolo che non cambierà mai.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • in

    Diario di una donna in carriera” , di Enrico Casartelli

     L’autore Enrico Casartelli ritorna con un nuovo e avvincente romanzo intitolato: “Diario di una donna in carriera”. La protagonista principale è Akira Medici, donna affascinante dai lineamenti nippo-mediterranei, ereditati grazie alla madre giapponese e al padre siciliano. Akira è una delle donne più famose in tutta Europa, grazie al suo lavoro di consulenza d’immagine nell’ambi... Altro...

     L’autore Enrico Casartelli ritorna con un nuovo e avvincente romanzo intitolato: “Diario di una donna in carriera”. La protagonista principale è Akira Medici, donna affascinante dai lineamenti nippo-mediterranei, ereditati grazie alla madre giapponese e al padre siciliano. Akira è una delle donne più famose in tutta Europa, grazie al suo lavoro di consulenza d’immagine nell’ambiente televisivo ed è proprietaria di un’azienda di successo che è specializzata nel marketing politico. 

    È una persona dal carattere freddo e cinico, infatti, con i suoi collaboratori mantiene sempre un rapporto distaccato e anche con gli uomini si limita ad avere relazioni brevi e superficiali. C’è solo una persona, alla quale è legata maggiormente: lo zio Giorgio che dopo la tragica morte prematura di entrambi i genitori ha iniziato a ricoprire un ruolo affettuoso e paterno nella sua vita. Akira però, una volta aver superato i quarant’anni d’età e dopo essere arrivata al massimo del successo inizia a porsi degli interrogativi. È da qui che inizierà ad avere dei dubbi sul proprio comportamento. Un triste evento e una serie di vicissitudini, che si incroceranno in modo turbinante tra la città di Milano e la cittadina ligure di Porto Venere, sconvolgeranno la sua personalità fino a cambiarla profondamente. Un romanzo che condurrà il lettore alla riflessione, al tal punto da far cogliere gli aspetti principali che legano la donna e il mondo del lavoro.

     

    Info biografiche

    Enrico Casartelli nasce in Brianza nel 1955 e abita in provincia di Como. Ha lavorato in una multinazionale americana per più di vent’anni e attualmente è libero professionista; alterna attività commerciali con consulenza e docenza in marketing e comunicazioni web. È laureato in Ingegneria Elettronica. È autore di articoli in quotidiani online, blog e redattore per “AgoraVox” e “Radionoff”, (rubrica costumi, società e tecnologie). Ha pubblicato i romanzi: La vita in una conchiglia, Un nove corre in internet, Il vecchio ciliegio di Manhattan, Villa Sofia, La ribelle primavera del 2030, Condannato da Internet, Elly l’avatar delle emozioni e Diario di una donna in carriera.   

    Ha ricevuto numerosi riconoscimenti in premi e concorsi letterari, tra cui il primo posto nel “Premio Biennale Internazionale Percorsi letterari dal Golfo dei Poeti Shelley e Byron 2020-2022”.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • in

    Storie Per Non Dormire 03 – On The Road

    Ejay Ivan LacSTORIE PER NON DORMIREON THE ROADCapitolo 1On The RoadAlessandro e Mirko stavano percorrendo in auto una buia strada di montagna, erano circa le dieci di sera di Ottobre e la pioggia aveva appena smesso di cadere.Erano diretti verso un piccolo paesino, entrambi appassionati di ufologia, sapevano che da quelle parti molte persone raccontavano di misteriose luci nel cielo. Incuriositi s... Altro...

    Ejay Ivan LacSTORIE PER NON DORMIRE

    ON THE ROADCapitolo 1

    On The Road

    Alessandro e Mirko stavano percorrendo in auto una buia strada di montagna, erano circa le dieci di sera di Ottobre e la pioggia aveva appena smesso di cadere.

    Erano diretti verso un piccolo paesino, entrambi appassionati di ufologia, sapevano che da quelle parti molte persone raccontavano di misteriose luci nel cielo. Incuriositi si misero in viaggio per soggiornare quattro giorni a Pontechianale.

    La strada era molto deserta, la nebbia cominciava a scendere limitando la visuale. Alessandro accese i fari fendinebbia rallentando l'auto: "Porca miseria, non si vede niente, pazzesco".

    Mirko: "Quanto dovrebbe mancare alla destinazione?"

    Alessandro: "Circa quarantacinque minuti, ma con questa andatura anche settanta"

    Mirko: "Il navigatore continua a dare quarantacinque"

    Alessandro: "Sembra che non si stia muovendo di una virgola. Ma si è bloccato?"

    Mirko: "Ok aspetta, provo a riavviarlo", provò a reimpostare il navigatore ma il segnale era totalmente assente, la fitta nebbia divenne sempre più intensa, la luce dei fari era come se stessero puntando contro ad un muro bianco.

    Alessandro fermò l'auto non credendo ai suoi occhi, la nebbia era così compatta che era quasi come se fossero sommersi sotto una montagna di neve.

    Alessandro: "Pazzesco!!! ma che sta succedendo? non si vede proprio niente"

    Mirko: "Ma è nebbia? sembra quasi fumo o roba simile"

    Alessandro: "Dici che sta andado a fuoco qualcosa, i boschi? Non sento odore di bruciato"

    Mirko: "Aspetta sento qualcosa, sembra quasi come se la strada stesse vibrando"

    Alessandro: "Starà passando un tir? Il motore dell'auto è spento"

    La nebbia cominciò a dissolversi, la strada ritornò ad essere visibile. Alessandro accese l'auto e rimise i fari fendinebbia, riprendendo il percorso. Anche il navigatore ritornò a funzionare indicando cinquantanove minuti all'arrivo. Ma qualcosa incuriosì Mirko, il suo orologio segnava la mezzanotte, provò a controllare il suo smartphone e anche li segnava la mezzanotte, così come il navigatore.

    Guardò il suo amico e gli chiese di controllare l'orologio: "Hey Ale, anche il tuo orologio segna la mezzanotte?". Alessandro controllò e anche il suo segnava lo stesso orario.

    Alessandro: "Come è possibile? Sicuro che erano le dieci prima che ci fermassimo?"

    Mirko: "Certo, erano esattamente le dieci, posso esserne sicuro. Che diavolo sta succedendo?"

    Improvvisamente uscirono dalla nebbia, la strada finalmente era limpida. Alessandro vide una sosta di emergenza al lato della strada e si fermò lì, cercando di capire cosa sia successo.

    Alessandro: "Qualcosa è successo, quella nebbia ci ha tenuti li dentro dalle dieci a mezzanotte, senza che ci accorgessimo di nulla"

    Mirko: "Cosa sarà stata quella vibrazione?"

    Alessandro: "Aspetta, guarda la, in fondo alla strada... c'è qualcosa". Indicò il fondo della strada dove si trovava la figura in lontananza di un uomo, con un lampione che lampeggiava sopra di lui. Mirko prese la videocamera e filmò, Alessandro provò ad accendere la macchina ma Mirko lo fermò: "No!!! non facciamoci notare, c'è qualcosa di strano in questa storia".

    Mirko: "Aspetta... aspetta un secondo. Questa persona è nuda..."

    Alessandro: "Nuda? Senza vestiti?"

    Mirko: "Si ho fatto lo zoom, non porta i vestiti ed è girato di spalle"

    Dalla videocamera videro la testa dell'uomo girarsi completamente di scatto verso di loro sorridendo. Cominciò a camminare all'indietro con la testa girata e il passo molto veloce. Alessandro cercò di mettere in moto, mentre Mirko anche se spaventato continuava a filmare.

    Gridò ad Alessandro di sbrigarsi, l'uomo era sempre più vicino alla loro auto, riuscì ad accenderla accelerando verso di lui per poi schivarlo, si allontanarono velocemente da lui per proseguire la loro strada.

    Mirko: "Cosa? Cosa cazzo abbiamo visto... ma che cos'era?"

    Alessandro: "C'è qualcosa di paranormale in questa zona e noi ci siamo finiti dentro".

    Continua la lettura gratuita sul sito ufficiale di Storie Per Non Dormire: ENTRA

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • in

    Storie Per Non Dormire – Serie da leggere (Stagione 1)

    Storie per non dormire è una serie letteraria gratuita, composta da 9 racconti horror, tutti differenti tra loro. Un viaggio terrificante dove ogni protagonista affronterà situazioni spaventose. Case misteriose, lavanderie stregate, gatti sanguinari, bambole indemoniate e molto altro ancora in questa vasta e cupa antologia horror tutta da leggere.La serie fa parte dell'universo letterario d... Altro...

    Storie per non dormire è una serie letteraria gratuita, composta da 9 racconti horror, tutti differenti tra loro. 

    Un viaggio terrificante dove ogni protagonista affronterà situazioni spaventose. Case misteriose, lavanderie stregate, gatti sanguinari, bambole indemoniate e molto altro ancora in questa vasta e cupa antologia horror tutta da leggere.

    La serie fa parte dell'universo letterario di Cinque Storie Per Non Dormire, disponibile in cartaceo in esclusiva su Amazon. 

    Trovi tutti i racconti gratuiti nel sito ufficiale di Storie Per Non Dormire.

    Clicca sul link Amazon per scoprire i libri di Cinque Storie Per Non Dormire.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • in

    Cinque Storie Per Non Dormire

    Cinque storie per non dormire è un viaggio nella paura, rappresentato da cinque storie horror ispirate ai classici film degli anni 80. Ejay Ivan Lac ci porta nelle oscurità più profonde, in una atmosfera unica e spaventosa, raccontando storie intriganti che lasciano con il fiato sospeso, stimolando la curiosità dei lettori.Vivremo in prima persona le ansie e le paure di una giovane non vedente... Altro...

    Cinque storie per non dormire è un viaggio nella paura, rappresentato da cinque storie horror ispirate ai classici film degli anni 80. Ejay Ivan Lac ci porta nelle oscurità più profonde, in una atmosfera unica e spaventosa, raccontando storie intriganti che lasciano con il fiato sospeso, stimolando la curiosità dei lettori.

    Vivremo in prima persona le ansie e le paure di una giovane non vedente, che grazie ad una nuova tecnologia riescirà ad acquisire la vista, leggeremo la storia di una piccola ragazzina che trovando un ciondolo misterioso si troverà davanti ad una oscura presenza. Saremo trasportati in uno spaventoso condominio che nasconde una realtà tremendamente disturbante.

    Questo e molto altro, un libro forte e macabro che prova a togliere il sonno dopo averlo letto.

    Include extra: sono inclusi tre racconti inediti e lo speciale "Un viaggio nel mondo di cinque storie per non dormire"

    Scopri l'universo di Cinque Storie Per Non Dormire: Clicca Qui

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • in

    Ombra di Morte

    Dopo tre morti misteriose, la notizia che un velenosissimo serpente si aggira libero nel Parco del Farneto getta la città di Trieste nel panico.Com’è arrivato fin lì? Cosa si può fare per neutralizzarlo?La polizia è mobilitata in forze, mentre un giovane erpetologo, Daniel Peruzzi, segue una sua pista personale e si innamora di Martina Guerrini, una giornalista.I giorni passano e la tension... Altro...

    Dopo tre morti misteriose, la notizia che un velenosissimo serpente si aggira libero nel Parco del Farneto getta la città di Trieste nel panico.

    Com’è arrivato fin lì? Cosa si può fare per neutralizzarlo?

    La polizia è mobilitata in forze, mentre un giovane erpetologo, Daniel Peruzzi, segue una sua pista personale e si innamora di Martina Guerrini, una giornalista.

    I giorni passano e la tensione cresce: le ricerche non danno esito, e intanto il serpente continua a colpire, inafferrabile, aggressivo, mortale.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • in

    Addendum

    Quando il cadavere di un senzatetto viene rinvenuto nei cunicoli oscuri e maleodoranti delle viscere di Milano, l’investigatore Alessio Baldi viene affidato al caso; suo il compito di trovare l’assassino.Ma quello che scopre sottoterra, dove vive un popolo intero di diseredati, di reietti della società, va oltre ogni possibile immaginazione: sembra che in quel mondo di tenebre si celino dei m... Altro...

    Quando il cadavere di un senzatetto viene rinvenuto nei cunicoli oscuri e maleodoranti delle viscere di Milano, l’investigatore Alessio Baldi viene affidato al caso; suo il compito di trovare l’assassino.

    Ma quello che scopre sottoterra, dove vive un popolo intero di diseredati, di reietti della società, va oltre ogni possibile immaginazione: sembra che in quel mondo di tenebre si celino dei mostri leggendari, miti di una leggenda metropolitana.

    Alessio si troverà a lottare contro il tempo per trovare queste orrende creature, colpevoli di tanta ferocia… e per fermarle.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • in

    Krampus – La leggenda è viva

    Marco, Simona, Anna e Danilo hanno deciso di trascorrere il Capodanno sulle montagne della Carnia, in Friuli Venezia-Giulia, nello chalet di un loro coetaneo. Durante il viaggio, però, una valanga li manda fuori strada e li costringe a fermarsi. Usciti miracolosamente illesi dall'incidente, vengono soccorsi da Andrea, giovane abitante dello sconosciuto e vicino villaggio di Val Chiara, che si pro... Altro...

    Marco, Simona, Anna e Danilo hanno deciso di trascorrere il Capodanno sulle montagne della Carnia, in Friuli Venezia-Giulia, nello chalet di un loro coetaneo. Durante il viaggio, però, una valanga li manda fuori strada e li costringe a fermarsi. Usciti miracolosamente illesi dall'incidente, vengono soccorsi da Andrea, giovane abitante dello sconosciuto e vicino villaggio di Val Chiara, che si propone di aiutarli. Il ragazzo li scorta in paese, dove i quattro vengono curati e rifocillati. E, in attesa che la loro auto sia rimessa in sesto, decidono di affittare una casa. Quasi subito, però, si rendono conto che c'è qualcosa di molto strano che aleggia per le vie e per le case di Val Chiara e che coinvolge anche e soprattutto le montagne circostanti. Una leggenda nera getta il suo manto di terrore sul paese, una leggenda che coinvolge l'ultimo mese dell'anno e che parla di una creatura mostruosa, che può essere saziata solo con carne umana. Uno dopo l'altro, i quattro amici dovranno intraprendere una disperata corsa contro il tempo per mettersi in salvo. Ma chi è il vero mostro? Da chi ci si deve guardare davvero?

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • in

    𝘚𝘢𝘭𝘵𝘺 𝘚𝘬𝘪𝘯

    «Hai cominciato a piacermi quando il solo pensiero di te mi faceva stare bene.Nel momento in cui ho capito che stare con te mi avrebbe fatto male, ho cominciato ad amarti.»Il vento in faccia, la pelle salata, le notti fugaci e i baci rubati.Gli anni settanta, il mio corpo sul tuo, una moto e una polaroid.Non importa quanto è sbagliato quello che fai, ci sarà sempre qualcuno peggio di te.Ché h... Altro...

    «Hai cominciato a piacermi quando il solo pensiero di te mi faceva stare bene.Nel momento in cui ho capito che stare con te mi avrebbe fatto male, ho cominciato ad amarti.»

    Il vento in faccia, la pelle salata, le notti fugaci e i baci rubati.Gli anni settanta, il mio corpo sul tuo, una moto e una polaroid.

    Non importa quanto è sbagliato quello che fai, ci sarà sempre qualcuno peggio di te.Ché hai sedici anni e non ti permetterò di privati della vita che posso darti.Voglio baciarti, sentirti mia, farti mia, e voglio che tu mi prometta che rimarrai, anche quando le cose si complicheranno, perché ormai bimba, non possiamo più scappare - anche se con il tuo respiro sul collo, mi sembra di farlo.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *