in

Storie Per Non Dormire 03 – On The Road

Ejay Ivan Lac
STORIE PER NON DORMIRE


ON THE ROAD



Capitolo 1

On The Road

Alessandro e Mirko stavano percorrendo in auto una buia strada di montagna, erano circa le dieci di sera di Ottobre e la pioggia aveva appena smesso di cadere.

Erano diretti verso un piccolo paesino, entrambi appassionati di ufologia, sapevano che da quelle parti molte persone raccontavano di misteriose luci nel cielo. Incuriositi si misero in viaggio per soggiornare quattro giorni a Pontechianale.

La strada era molto deserta, la nebbia cominciava a scendere limitando la visuale. Alessandro accese i fari fendinebbia rallentando l’auto: “Porca miseria, non si vede niente, pazzesco”.

Mirko: “Quanto dovrebbe mancare alla destinazione?”

Alessandro: “Circa quarantacinque minuti, ma con questa andatura anche settanta”

Mirko: “Il navigatore continua a dare quarantacinque”

Alessandro: “Sembra che non si stia muovendo di una virgola. Ma si è bloccato?”

Mirko: “Ok aspetta, provo a riavviarlo”, provò a reimpostare il navigatore ma il segnale era totalmente assente, la fitta nebbia divenne sempre più intensa, la luce dei fari era come se stessero puntando contro ad un muro bianco.

Alessandro fermò l’auto non credendo ai suoi occhi, la nebbia era così compatta che era quasi come se fossero sommersi sotto una montagna di neve.

Alessandro: “Pazzesco!!! ma che sta succedendo? non si vede proprio niente”

Mirko: “Ma è nebbia? sembra quasi fumo o roba simile”

Alessandro: “Dici che sta andado a fuoco qualcosa, i boschi? Non sento odore di bruciato”

Mirko: “Aspetta sento qualcosa, sembra quasi come se la strada stesse vibrando”

Alessandro: “Starà passando un tir? Il motore dell’auto è spento”

La nebbia cominciò a dissolversi, la strada ritornò ad essere visibile. Alessandro accese l’auto e rimise i fari fendinebbia, riprendendo il percorso. Anche il navigatore ritornò a funzionare indicando cinquantanove minuti all’arrivo. Ma qualcosa incuriosì Mirko, il suo orologio segnava la mezzanotte, provò a controllare il suo smartphone e anche li segnava la mezzanotte, così come il navigatore.

Guardò il suo amico e gli chiese di controllare l’orologio: “Hey Ale, anche il tuo orologio segna la mezzanotte?”. Alessandro controllò e anche il suo segnava lo stesso orario.

Alessandro: “Come è possibile? Sicuro che erano le dieci prima che ci fermassimo?”

Mirko: “Certo, erano esattamente le dieci, posso esserne sicuro. Che diavolo sta succedendo?”

Improvvisamente uscirono dalla nebbia, la strada finalmente era limpida. Alessandro vide una sosta di emergenza al lato della strada e si fermò lì, cercando di capire cosa sia successo.

Alessandro: “Qualcosa è successo, quella nebbia ci ha tenuti li dentro dalle dieci a mezzanotte, senza che ci accorgessimo di nulla”

Mirko: “Cosa sarà stata quella vibrazione?”

Alessandro: “Aspetta, guarda la, in fondo alla strada… c’è qualcosa”. Indicò il fondo della strada dove si trovava la figura in lontananza di un uomo, con un lampione che lampeggiava sopra di lui. Mirko prese la videocamera e filmò, Alessandro provò ad accendere la macchina ma Mirko lo fermò: “No!!! non facciamoci notare, c’è qualcosa di strano in questa storia”.

Mirko: “Aspetta… aspetta un secondo. Questa persona è nuda…”

Alessandro: “Nuda? Senza vestiti?”

Mirko: “Si ho fatto lo zoom, non porta i vestiti ed è girato di spalle”

Dalla videocamera videro la testa dell’uomo girarsi completamente di scatto verso di loro sorridendo. Cominciò a camminare all’indietro con la testa girata e il passo molto veloce. Alessandro cercò di mettere in moto, mentre Mirko anche se spaventato continuava a filmare.

Gridò ad Alessandro di sbrigarsi, l’uomo era sempre più vicino alla loro auto, riuscì ad accenderla accelerando verso di lui per poi schivarlo, si allontanarono velocemente da lui per proseguire la loro strada.

Mirko: “Cosa? Cosa cazzo abbiamo visto… ma che cos’era?”

Alessandro: “C’è qualcosa di paranormale in questa zona e noi ci siamo finiti dentro”.

Continua la lettura gratuita sul sito ufficiale di Storie Per Non Dormire: ENTRA

Cosa ne pensi?

0 Blops
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

"Le risate del mondo" di Arturo Bernava

Nuovo Mondo!