in

stralcio di email al monsignore

…Per quanto riguarda il ‘discorso’ di Gesù sui passeri, mi ha fatto ritornare alla mente una nota poesia del latino Catullo, che lamentava “è morto il passero della mia giovane donna ed i suoi occhi si riempiono di pianto”, e qualcuno un po’ perverso come il mio amico gay, commediografo perugino, sosteneva malignamente che quella Lesbia piangeva perché il suo poeta era diventato impotente ossia “era morto il di lui uccello…”. Ma cmq il tal commediografo non si ricordava probabilmente che il povero Catullo era morto ad appena trent’anni…

Chiudo al momento e la saluto, Albert

Ps: ci credo che molti non comprendono Dio, soprattutto su quest’isola di zoticoni (per la massima parte)… Resta il fatto che le religioni vere purtroppo non hanno molto a che fare né vedere  con l’uomo medio in genere, il quale semmai è un po’ più portato alla “new-age” : significa infatti illudersi di poter annacquare il sangue con un po’ di acqua, anche per far diventare appunto il rossosangue come una rosa (neppure fiore) bensì una qualche panterina magari di peluche per mammine e bambinelli viziatelli…

Cosa ne pensi?

0 Blops
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

NEVE SU ROTTERDAM

I ritorni – Orientarsi tra il suono dello spazio e la forma del