in

…nel silenzio che urla il tuo nome

Amo colei che in silenzio lambisce i miei sogni e, lontana dalla folla, si veste d’infinito. Amo colei che asciuga le mie lagrime con l’aurora e, volando a grandi cerchi nel mio animo, non m’umilia se si accorge che sono impaurito di fronte alla vita. Amo colei che governa le piogge, colei che odo come tempesta anche a distanza. Non possiedo tutte le virtù per dormire bene, ma quelle poche che ho sono pure. Pure come un bambino in fasce tra le braccia della sua nutrice, che continua a guardarla, stupendosi per come lo rassicura. Oggidì sento il mio cuore ammalarsi di speranza e avverto forte il bisogno di possedere il tuo corpo. Che folle io a credere che possa tu riconoscerti nella stessa goccia di rugiada che assola la terra arsa della verità. Ma, non v’è amore se non accompagnato dalla follia. Da troppo a lungo ti ho attesa. E sono certo di essere io il tuo arrivo.

Cosa ne pensi?

165 Blops
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sai d'amore

Non vai via