in

E che per te

Avrei dipinto la luna di promesse e verità

e nella visione dionisiaca della paura

alle prime ore del meriggio

i nostri corpi uniti dalla melodia setata

che il vento magnifica nella ragione del nostro eterno

mi sarei redento ai tuoi sapori.

Dissoluta è la mia esistenza

ora che vivo di sogni e metafore

e che per te sono solo ricordo.

Cosa ne pensi?

164 Blops
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove inizi tu c'è Dio

Ti corollo d'amore