in

𝘚𝘢𝘭𝘵𝘺 𝘚𝘬𝘪𝘯

«Hai cominciato a piacermi quando il solo pensiero di te mi faceva stare bene.
Nel momento in cui ho capito che stare con te mi avrebbe fatto male, ho cominciato ad amarti.»

Il vento in faccia, la pelle salata, le notti fugaci e i baci rubati.
Gli anni settanta, il mio corpo sul tuo, una moto e una polaroid.

Non importa quanto è sbagliato quello che fai, ci sarà sempre qualcuno peggio di te.
Ché hai sedici anni e non ti permetterò di privati della vita che posso darti.
Voglio baciarti, sentirti mia, farti mia, e voglio che tu mi prometta che rimarrai, anche quando le cose si complicheranno, perché ormai bimba, non possiamo più scappare – anche se con il tuo respiro sul collo, mi sembra di farlo.

Cosa ne pensi?

1 Blop
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

MOT

Sull'autofiction e altre menate…