in

UNO QUALUNQUE

Non ti arrampicare

sui mari della luna

dove i crateri

han voragini antiche.

Non scalare montagne

altissime se non hai

piedi di ferro.

Non andare nel bosco

di sera,

niente è come sembra

di giorno.

Non guardare

l’erba migliore

ma coltiva la tua

con amore.

Non accendere

incenso chè ha fumo

ma conserva il profumo

di un fiore.

Non inseguire corvi

assetati

ti succhierebbero il sangue

a tua insaputa.

Vorrei dirti che sbagli

ma poi so che sbadigli…

e non oso spezzarti

la strada tortuosa.

Ma se nei tuoi ricordi

mi hai incontrato

poi, però fermati!

Non te lo meriti!

Non ti meriti, proprio

di essere uno qualunque!

Uno qualunque si fregia

di essere sulla crosta terrestre?

Sì, se con una mano

può toccare il cielo,

ma se non ci arriva,

non è colpa sua!

Allora, non cadere

nella trappola

dei falsi abissi.

Tu non sei il dolore

che hai vissuto

o il sogno

che hai lasciato a mezza via.

Ti è mancata la forza

a scavalcare i tuoi limiti

e non hai bisogno di un premio

che colmi il vuoto

che hai dentro…

avresti sete sempre

sete di vita interiore.

Non riempirti gli occhi

di sciocche promesse

ma trova il coraggio

e rialzati in piedi!

Non ti affiancare a lumi

e candele,

destinati a spegnersi

prima di un tuo respiro.

Cerca la luce,

ma cercala dentro

nei silenzi più forti

celati nel cuore.

Passa se puoi,

dalla personalità

all’anima

è lì che risorge

la gioia dal vuoto.

Non negare a te stesso

Il vero splendore

che nasce

da un uomo vestito di niente.

Teresa Averta

Cosa ne pensi?

2 Blops
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

LEFAVOLEDITERESA "Cappuccetto Rosso" (F.Grimm)

VELENO DOLCE