in

Il mondo fuori da me

Ho atteso le ore mattutine

languendomi su un misero giaciglio

il cui odore mi porto ancora addosso

mentre danzavi attorno alla mia anima

– come se fosse fuoco col quale scaldarti –

esalata dall’incredulità del momento.

Da quella stanza non sono ancora uscito.

Cosa ne pensi?

165 Blops
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non vai via

Dove inizi tu c'è Dio