in

KOMOREBI (L'Effet Miroir)

Oggi il muro 

è uno specchio di girandole, 

s’attarda un geco sull’ombra arsiccia

di combuste sorbe.

Vortici di polvere d’oro 

disfiorano corolle 

di pervase schiere,

di vaniglia e di bambage 

dove rinasco fiore,

dove rinasco albero 

che sporge dal rigagno.

S’inforsa il giorno 

nel campo dell’ortica

ed il silenzio ha un che di vago,

di sovrumana indifferenza.

Thea Matera 

Cosa ne pensi?

43 Blops
Blop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un bellissimo ma classico giallo

Cronaca Letale: come giornalisti e giornali descrivono…